Solo Rose, parte la campagna contro la violenza sulle donne

Home / articoli / Solo Rose, parte la campagna contro la violenza sulle donne

Trenta opere, trenta artisti, sei vie di Calimera. Sono gli ingredienti della campagna “Solo Rose. Artisti contro la violenza sulle donne” promossa dal Comune di Calimera nella Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne il 25 novembre prossimo. Il progetto, che ha l’obiettivo di sensibilizzare cittadini e cittadine sul tema, è stato ideato dall’associazione di promozione sociale Mana Grika con la curatela artistica di Francesco Cuna, artista salentino, nell’ambito dell’elenco dei volontari del Comune di Calimera. La campagna prevede la realizzazione di una galleria d’arte diffusa per le vie del paese e un sito internet dedicato all’indirizzo www.solorose.org, con la riproduzione delle opere e con l’affissione su manifesti 70×100 a partire dal 24 novembre e per almeno 15 giorni sulle plance comunali. Le opere sono messe a disposizione gratuitamente da altrettanti artisti nazionali e internazionali che hanno aderito all’iniziativa. I 30 manifesti, più alcuni generali descrittivi dell’ubicazione delle opere, campeggiano in 6 vie del paese: via Costantinopoli, via San Giovanni Bosco, via F. Colaci, Piazza Caduti, via V. Veneto, via Basilicata. Il manifesto generale contiene l’elenco delle vie e degli artisti presenti creando così una galleria d’arte diffusa per le vie del paese, visitabile in qualsiasi momento della giornata. La campagna è divulgata anche sui social (hashtag #solorose), attraverso la pagina istituzionale del Comune (Comune Calimera) e dell’evento creato ad hoc per veicolare anche tante altre informazioni. Questo anche il compito del blog www.solorose.org che contiene anche molte altre informazioni tra cui l’indicazione delle opere e degli artisti, la georeferenziazione delle opere nel paese, una sezione dedicata alle notizie e tanto altro ancora.

«Abbiamo unito idee e impegno per realizzare la prima galleria d’arte diffusa per le vie del paese su una questione, quella della violenza sulle donne, che ha dimensioni tali da richiamare la necessità di un’informazione capillare ma anche di un investimento culturale significativo» spiega Francesca De Vito, sindaca di Calimera. «L’arte come antidoto alla sozzura, alle storture del mondo, questo è il messaggio che vogliamo veicolare. Noi, in particolare – sottolinea Serenella Pascali, assessora al Welfare, cultura e pari opportunità del paese griko – lo abbiamo imparato dai greci: “La bellezza salverà il mondo” scriveva Dostoevskij. È solo coltivando Bellezza nei nostri pensieri, nelle nostre azioni, nelle nostre relazioni che invertiamo la spirale della violenza. Solo rose non è un augurio melenso, è un proposito generativo perchè alle donne, come alle bambine, ai bambini, agli anziani, ai giovani, a tutti e a tutte sia riservato solo il Bello, il buono». «Ci piaceva l’idea di creare una galleria d’arte che fosse temporanea e perciò stesso effimera, sensibile alla caducità del tempo e anche delle possibili intemperie per dire che questa, quella della violenza sulle donne, è solo una cupa parentesi della nostra civiltà, che cambierà inoculando il seme del bello e del giusto di cui è portatrice l’arte. Nasce da qui il coinvolgimento di Francesco Cuna, artista da sempre sensibile alle tematiche umane, che ha catalizzato attorno a questo progetto ben trenta artisti nazionali e internazionali» sottolineano dall’Associazione Mana Grika.

Di seguito gli artisti che hanno aderito alla Campagna #SoloRose:

Gabriele Albergo, Azadeh Ardalan, Francesco Balsamo, Cesare Biratoni, Giovanni Blanco, Francesca Casolani, Pierluca Cetera, Daniele Coricciati, Francesco Cuna, Giovanni De Francesco, Paolo Ferrante, Pierpaolo Gaballo, Alberto Giammaruco, Christos Giannopoulos, Agnese Guido, Himitsuhana, Giovanna Marsano, Egidio Marullo, Salvatore Masciullo, Giovanni Matteo, Samuel Mello.

    Posted in: articoli  

Comments(6092)

Leave a Comment